Andrea Mascitti ha denunciato per concussione Luigi De Fanis, assessore alla Cultura Regione Abruzzo in quota Pdl perché il festival che organizzava da sette anni aveva bisogno, secondo il politico, di una aggiustatina al bilancio. Mascitti rifiuta di essere definito eroe e afferma: “Se gli onesti sono cretini, spero di essere cretino sempre”.
Servizio Pubblico, la denuncia di Mascitti contro De Fanis: “La cultura violentata”
Sandro Pertini (7° Presidente della Repubblica italiana). 
Appello ai giovani.
© Società Italiana di Cultura | Tutti i diritti riservati 
Cod. Fisc. 91011660692 | Part. IVA 02436070698 Via Vignaiuoli n. 81 – 66036 Orsogna (Chieti)
Email: info@societaitalianadicultura.it 
PEC: info@pec.societaitalianadicultura.it 
mailto:info@societaitalianadicultura.itmailto:info@pec.societaitalianadicultura.itshapeimage_17_link_0shapeimage_17_link_1
Attività
Arte e Letteratura
Didattica
Scienze umane
Storia e Società
Viaggi e Turismo





attivita.htmlarte_e_letteratura.htmldidattica.htmlscienze_umane.htmlstoria_e_societa.htmlviaggi_e_turismo.htmlshapeimage_18_link_0shapeimage_18_link_1shapeimage_18_link_2shapeimage_18_link_3shapeimage_18_link_4shapeimage_18_link_5
Sostienici
Privati 
Associarsi
Donazione continuativa
Eventi di raccolta fondi
Lasciti





sostienici.htmlprivati.htmlassociarsi.htmldonazione_continuativa.htmleventi_di_raccolta_fondi.htmllasciti.htmlshapeimage_19_link_0shapeimage_19_link_1shapeimage_19_link_2shapeimage_19_link_3shapeimage_19_link_4shapeimage_19_link_5

Aziende
Diventa Partner




aziende.htmldiventa_partner.htmlshapeimage_20_link_0shapeimage_20_link_1
L’affresco: 
Raffaello Sanzio, Scuola di Atene (1509/1511).
«Io ho scritto una semplice email da cittadino comune per chiedere contributi per una manifestazione. Ho insistito un po’… poi l’assessore alla Cultura mi ha chiamato». Inizia così il racconto di Andrea Mascitti, il giovane musicista che con la sua denuncia alla Procura di Pescara ha fatto arrestare l’assessore regionale Luigi De Fanis (Pdl) con l’accusa di concussione. Mascitti nei giorni scorsi aveva già raccontato alla stampa la sua ‘sventura’, ieri lo ha fatto ancora una volta in prima serata su La7, nel corso della trasmissione di Michele Santoro, ‘Servizio Pubblico’, che ha dedicato al caso abruzzese un ampio spazio (dal titolo ‘la cultura violentata’). «De Fanis mi ha ricevuto», ha continuato Mascitti, «io ero felicissimo. Mi ha detto che la mia manifestazione era prestigiosa, andava supportata e perciò mi chiese di quantificare le spese».
Il giovane stilò il preventivo … «poi in un altro incontro mi dice che dovevo abbassare un attimo i costi e fare aggiustamenti perché dovevano uscire dei soldi per lui, per la campagna elettorale. Ma ha trovato la persona sbagliata perché senza remore la mattina successiva sono andata dal Corpo Forestale dello Stato. Ho sofferto molto in questi mesi ma ho fatto finta di stare al gioco, tanto che l’assessore mi ha affidato un altro compito per il Salone del Libro. Ho letto che loro bevevano champagne con i soldi di noi tutti. Io a Torino ho mangiato un panino e ho dormito a casa di un amico che ringrazio perché mi ha ospitato». 
Mascitti si è detto meravigliato del fatto che qualcuno lo abbia considerato ‘un eroe’: «ho fatto solo quello che andava fatto, sono un cittadino che rispetta le regole. Ho una moralità». L’assessore De Fanis nelle intercettazioni definisce il musicista ‘un cretino’: «spero di restare cretino così sempre», ha detto ieri, «sono felice di me stesso, vorrei essere d’esempio. Chi si trova nella mia situazione denunci perché non bisogna avere paura di nulla. Credo nelle Istituzioni ma vorrei che chi ci rappresenta capisse che siamo stanchi di queste cose. La moralità e i valori sono importanti, fare politica è occuparsi del bene comune non certo di altro». (Fonte: Prima da Noi)
http://www.primadanoi.it/news/tv/544700/Abruzzo--La-cultura-violentata-.htmlshapeimage_22_link_0
La cultura violentata: il caso De Fanis da Santoro
Il caso De Fanis FanisMusica
La cultura violentata 
di Redazione Servizio Pubblico


15 Novembre 2013 - Andrea Mascitti ha denunciato per concussione Luigi De Fanis, assessore alla Cultura Regione Abruzzo perché il Festival che organizzava da sette anni aveva bisogno, secondo il politico, di una aggiustatina al bilancio.
Premio Nascimbene
09 Luglio 2014
È Carlomoreno Volpini il vincitore dell’ottava edizione del MARIO NASCIMBENE AWARD. A decretare il vincitore del Concorso è stata la Giuria di Premiazione presieduta dal regista Francisco José Fernandez con la seguente motivazione: “per la sperimentazione ed in sintonia con lo spirito di Mario Nascimbene usata nella scena di Barabbas e per il rispetto nei confronti dei silenzi, dei dialoghi e degli effetti sonori nella scena di Ti voglio bene Eugenio.” La Giuria era anche composta da Alessandro Tartaglia Polcini (produttore cinematografico), Marco Werba (compositore) Gianluca Vacca (Parlamentare e membro della VII Commissione Cultura, scienza ed istruzione della Camera dei Deputati) e Mimma Montopoli (titolare della cattedra di pianoforte presso il Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara.  Nato a Prato da una famiglia di musicisti, Volpini inizia a studiare da giovanissimo con il padre, Moreno, diplomandosi successivamente al Conservatorio "L. Cherubini" di Firenze in violino, sotto la guida di L. Gamberini nel 1993. Contemporaneamente allo svolgersi dell’attività violinistica come professore d’orchestra studia composizione con Sciarrino.  www.carlomorenovolpini.it 
 

http://www.carlomorenovolpini.itshapeimage_28_link_0
Carlomoreno Volpini vince l’ottava edizione del NASCIMBENE AWARD
Mascitti da Santoro
15 Novembre 2013